viaggi con bambini

Per i sentieri del Monte Conero coi bambini

Il Monte Conero è una area protetta poco distante da casa mia. In 30 (quasi) anni di vita non avevo mai percorso i suoi sentieri. Ne conta 18, tutti fattibili a piedi o un mountain bike.

Sapevo però, che non tutte le passeggiate si possono affrontare con il passeggino, ma ormai ero intenzionata a percorrerlo e se mi metto in testa una cosa io, non c’è tratto impervio o fatica che tenga!

Muniti del nostro compagno fedele, il carretto, siamo partiti domenica scorsa attorno alle 10 del mattino. Siamo saliti fino al parcheggio più alto del Monte Conero. Lasciato la macchina abbiamo chiesto info su quale fosse il percorso più semplice e fattibile col passeggino.

Ci hanno subito dato le indicazioni per il sentiero PIAN GRANDE 301/A. Salendo per una strada asfaltata della zona militare ci siamo addentrati tra i boschi del sentiero. Farla con un passeggino classico sarebbe stato impossibile. Consiglio sempre il nostro carretto per chi ama le gite all’aria aperta o al massimo un passeggino dalle ruote grandi.

https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=mammatravel-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B005FVC5NO&ref=qf_sp_asin_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr

Arrivati al primo scorcio sul mare, vediamo tutta la zona di Portonovo. Abbiamo poi proseguito lungo sentieri più difficoltosi e in discesa, pieni di massi e terreno impervio. Col carretto non abbiamo avuto difficoltà se non per spingerlo dato il peso dei bimbi.

Arrivati ad un ampio spiazzale che interseca più sentieri, abbiamo trovato il secondo scorcio sul mare ed un tavolo da pic nic.

Ci siamo fermati giusto qualche momento per far mangiare i bimbi e rifocillarci, poi abbiamo perseguito sulla sinistra per indicazioni POGGIO… Ecco: NON LO FATE!!! NON FATELO CON I BAMBINI E COI PASSEGGINI. A metà strada fortunatamente abbiamo incontrato un gruppo di ciclisti che gentilmente ci hanno detto DI ESSERE PAZZI e tornare indietro perchè il percorso per quel tratto non sarebbe stato dei più consoni.

Quindi su di nuovo all’area del BELVEDERE NORD. Una bella faticata, fortuna avevamo qualche snack ipercalorico nello zaino.

Ripartendo dall’area Pic Nic abbiamo proseguito a ritroso seguendo le indicazioni per Ex Monastero Camaldolesi. Il percorso è sicuramente più fattibile di quello all’andata, ma non mancano anche qua zone impervie e belle salite. Abbiamo costeggiato tutta la zona recintata militare e siamo infine sbucati a pochi metri dal parcheggio iniziale dove avevamo lasciato l’auto.

In tutto abbiamo camminato circa 3 ore considerano anche il tratto di sentiero in più verso POGGIO che abbiamo dovuto fare a ritroso. Alcuni di noi non ce l’hanno fatta e si sono abbandonati cullati dai suoni della natura e dal profumo di aria buona che si respira in questi luoghi.

 

dsc5156.jpg

Un ultima cosa: fate molta attenzione alla segnaletica. Ne troverete poca… perciò in occhio perchè ritrovarsi in mezzo al niente è facilissimo!

Elenco sentieri Monte conero

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...